Ostuni - Cisternino


Il percorso


Il sonno di Delia

Si lascia la “città bianca” passando dal Parco archeologico di Santa Maria di Agnano, luogo di ritrovamento della Donna di Ostuni; da qui si abbandona progressivamente la foresta di ulivi secolari che caratterizza la piana costiera e si imbocca un’antica mulattiera immersa in un contesto naturalistico incontaminato caratterizzato da un bellissimo bosco di macchia mediterranea impreziosito da lecci e ulivi, trulli e muretti a secco, e da scorci panoramici di grande fascino. La mulattiera si inerpica sul gradone murgiano e conduce fino al Santuario di Sant’Oronzo superato il quale ci si inoltra nel paesaggio tipico della Valle d’Itria i cui tratti salienti sono la sopravvivenza di tratturelli, macchie di bosco e la massiccia diffusione di piccoli appezzamenti coltivati, delimitati dai caratteristici muretti a secco che l’Unesco ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità; all’interno degli appezzamenti sorgono i famosi trulli, tipiche costruzioni rurali coniche in pietra calcarea a secco e mirabili espressioni dell’anima contadina della Puglia. Silenziose contrade conducono il viandante fino a Cisternino.

Scarica GPX

Distanza:
19,8 km
Difficoltà:
facile
Durata:
5 h h
Ascesa totale:
526 km
Discesa totale:
351 km
Altitudine max:
397 m

Informazioni utili


Ostuni
Come arrivare:
La stazione Trenitalia e le fermate dei bus Stp Brindisi offrono la possibilità di raggiungere la città partendo da gran parte delle tappe presenti su questa via.

Cisternino
Come arrivare:
È possibile raggiungere la città tramite i mezzi di Trenitalia e Stp Brindisi.

informazioni non disponibili

informazioni non disponibili

informazioni non disponibili

informazioni non disponibili

informazioni non disponibili